domenica 31 agosto 2008

Sicilia, luce e lutto


Dire che ho fatto una vacanza splendida in Sicilia è scontato. Dire che ne ho assaporato con stupore ogni angolo, sapore, odore e suono è troppo poco.
Così lascerò qui solo una riflessione. Una frase che ha caratterizzato ogni immagine impressa nella mente: la definizione "luce e lutto" data alla Sicilia da Gesualdo Bufalino. Solo così si può definire questa terra baciata dal sole, dall'acqua e dal fuoco tanto fecondamente quanto mortalmente. Così si può definire la stessa gente così cordiale e aperta di ogni luogo e così decadente come quella vissuta tra le strade di Palermo.

Ora faccio di questo post un saluto, un ringraziamento, ma anche una spontanea comunicazione promozionale ai luoghi e persone che ho conosciuto durante questi giorni:
A tutto il personale di Palazzo Failla che ci ha coccolato ogni giorno e la sera che "siamo rimaste a casa a mangiare" e allo chef Accursio che ci ha deliziato a cena (e ogni giorno a colazione!) al ristorante La Gazza Ladra (che sorpresa l'entreè di dolce!), al Luca di Noto, che ci ha salvato da una giornata faticosa, alla "doppia guida" di Modica che se no con cinque donne non ce l'avrebbero fatta, alla luna di Ibla che ha ha reso indimenticabile la notte dopo una pessima cena, a Sant'Agata di Catania che ci ha offerto uno spettacolo inaspettato di folklore popolare, ai mercanti dell'"andiamo a correre al porto" e non dico altro perchè han detto anche troppo loro, alle 25 euro di funivia per salire sull'etna che accidenti a loro quanto son cari, al fruttivendolo di Pachino che col suo peperone dolce un altro po' non ne ammazza una! a Salvo il tassista di Palermo e ai suoi arancini e bombolone di ricotta e cioccolato di Monreale... grazie a tutti.

3 commenti:

"La zia" ha detto...

Una fortuna, aver vissuto insieme questo viaggio...
Una fortuna averlo goduto con spirito gitano e con animo elegante...
Una fortuna aver incontrato nel nostro percorso tutto ciò che Diletta descrive e...molto di più....
Una fortuna essersi emozionate nel riconoscere “luce e lutto” di questa meravigliosa terra…
Una fortuna poterci tornare presto!!!
Grazie, care amiche di viaggio!

Anonimo ha detto...

E al "responsabile della logistica di tutto sto po-po de spostamenti... NIENTE EH??? Nessun ringraziamento!!!... senza contare il fatto che ha anche ascoltato tutte le vostre malefatte(quelle che avete avuto il coraggio di raccontare...)...
ma brava...

la piccolina ha detto...

Io farei un ringraziamento particolare ALLA ZIA per avere guidato praticamente sempre (stanche-non stanche, sonno-non sonno, traffico-non traffico,navigatore-non navigatore, however and everywhere)
Ringrazierei MAMMA DILO per esser stata una impeccabile organizzatrice. ma soprattutto una mamma taaaaanto premurosa..
Ringrazierei LA SIGNORINA ROTTERMEIER con la quale ho avuto la possibilità di arricchire il mio linguaggio e le mie conoscenze, dalla mattina a colazione fino al crepuscolo..
Ringrazierei LA CUGINA INGLESE che ci ha allietato con la sua presenza, sempre delicata e mai invadente, d'altri tempi e d'altri luoghi...

Poi, di certo, ringrazierei anche l'anonimo che ha ascoltato e anche vivacemente COMMENTATO le nostre malefatte, sempre riferite in maniera PIU CHE FEDELE dalla zia...
grazie grazie grazie:)